Da Reflex a Mirrorless: cosa c’è da sapere?

Sempre più frequentemente riceviamo Mail e messaggi privati sulla nostra pagina FB di persone stuzzicate dall’idea di passare da reflex a mirrorless, ma che necessitano di chiarimenti al riguardo.

Le domande più frequenti, oltre alla nostra opinione su alcuni modelli specifici, nascondono una paura di base di fare il cosiddetto salto nel buio, o di fare un passo indietro.

Molti altri invece ci chiedono “sono nuovo nel campo della fotografia e ho pensato di partire da mirrorless per imparare e poi passare a Reflex quando sarò più bravo“, e questa è la mia domanda preferita. Per me che ho fatto esattamente il contrario, questo modo di pensare è opinabile. Per quanto mi riguarda, equivale ad acquistare per la prima volta un moderno smartphone per poi sognare un giorno di girare con un Nokia 3210. Ok, forse ho esagerato, ma non così tanto…

Online ci sono molte opinioni contrastanti, e bisogna stare attenti a quella corrente di pensiero del “no specchio no party”. Chi porta avanti questa teoria al 90% non ha mai preso nemmeno in mano una mirrorless moderna e forse, in fondo, non conosce nemmeno bene le differenze tra i sistemi.

Diffidate anche dai commenti vecchiotti sul sistema: mirrorless è un sistema molto moderno ed evolve ad una velocità inaudita. Un commento di 2 anni fa potrebbe essere molto fuorviante per chi approccia al mondo mirrorless oggi.

Il dubbio più frequente riguarda l’autofocus.

Sfatiamo il primo mito. Sicuramente fino a qualche tempo fa le “senza specchio” pagavano dazio in questo ambito. La tecnologia era acerba, il mercato non era ancora così orientato al cambiamento e c’erano oggettivi problemi di performance, ma le attuali mirrorless non hanno niente da invidiare alle reflex. Le base/medio gamma di quasi tutti i marchi più affermati in campo mirrorless (Fiji, Sony, Olympus e Panasonic) è da un po’ che hanno raggiunto i livelli delle reflex base/medio gamma. Per quanto riguarda una fascia di prodotti un po’ più alta, Sony e Fuji hanno presentato da pochissimo dei modelli con prestazioni di autofocus che raggiungono i livelli delle reflex top di gamma: stiamo parlando delle Sony A7MIII, della Sony A9 e della Fuji X-H1. Se avete intenzione di passare da Reflex a Mirrorless, l’autofocus non sarà un problema.

da reflex a mirrorles af

Il mirino elettronico (EVF): questo sconosciuto.

Altro dubbio amletico. L’assenza dello specchio, quindi del pentaprisma che riflette l’immagine nel mirino delle Reflex è una delle differenze principali del mondo mirrorless. Chi passa da Reflex a Mirrorless dovrà fare i conti sicuramente con questo cambiamento. Entrambi i redattori di questo blog non hanno sofferto neanche un giorno questo aspetto. E a bocce ferme il sottoscritto non può far altro che elogiare il mirino elettronico di casa Olympus. Mai sofferto dei famosi lag di qualche tempo fa, non mi è mai mancato il mirino classico della mia vecchia Canon. Quasi tutti i mirini mirrorless hanno copertura del 100%. Oltretutto ti permettono di valutare l’esposizione e la profondità di campo ancor prima di scattare dato che all’interno del mirino non ci sarà altro che un piccolo live-view. Tutte le impostazioni sempre a portata di… occhio, se si entra nel menù lo vedi anche dal mirino.

Essendo un perenne live-view alcune funzioni come il Focus Peaking (Clicka qui se non conosci il potenziale del Focus Peaking) sono ottimizzate molto meglio che su Reflex. Inoltre è possibile zoomare digitalmente la zona a fuoco per poter eventualmente apportare piccole modifiche, ad esempio nella fotografia Macro, senza compromettere le dimensioni e l’inquadratura della fotografia. Piccole differenze in negativo potreste vederle soltanto in condizioni di scarsa, scarsissima luminosità, in cui potreste riscontrare un po’ di rumore digitale nel mirino, ma sono casi estremi. Io non mi sono mai trovato in difficoltà.

Da Reflex a Mirrorless mirino

Batteria

C’è chi teme che la mirrorless si scarichi dopo 10 foto 🙂 falso ed impensabile. Gli ultimi modelli hanno migliorato quest’aspetto. Ad ogni modo con tutto lo spazio che vi rimarrà nella borsa dopo essere passati da Reflex a mirrorless, una piccola batteria aggiuntiva non vi peserà più di tanto.

E voi cosa ne pensate? Attendiamo i vostri dubbi e riflessioni nei commenti.

Se ti è piaciuto l’articolo e vuoi rimanere sempre aggiornato sul Mondo delle Mirrorless, clicka sul like di seguito:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: