Panasonic Lumix G9: La recensione di photographyblog.com

Pubblicata da qualche giorno, quella di photographyblog.com è una delle prime recensioni della nuova ammiraglia dedicata alla fotografia di casa Panasonic: la Lumix G9.

Di seguito i punti salienti:

Intro:

“[…] Presenta lo stesso sensore da 20,3 megapixel senza filtro passa-basso della GH5, ma promette di superarlo in termini di qualità fotografica grazie alle ottimizzazioni dedicate,anche in termini di gradazione e fedeltà dei colori. Una caratteristica che è nuova di zecca per la G9 è la modalità ad alta risoluzione, che consente alla fotocamera di acquisire immagini da 80 megapixel effettivi prendendo rapidamente 8 immagini separate e combinandole in una sola. Altre caratteristiche salienti sono il doppio stabilizzatore d’immagine che promette di recuperare fino a 6.5 stop (se utilizzato con obiettivi compatibili Dual I.S.), incredibili riprese continue a 20 fps con auto-focus continuo (60fps senza), la velocità di messa a fuoco automatica più veloce del mondo di 0,04 secondi, e per non tralasciare il comparto video, registrazione video 4K 60p.

Dimensioni e comandi:

[…] misura 136,9 x 97,3 x 91,6 mm e pesa solo 579 g di solo corpo, la Panasonic G9 è leggermente più piccola e più leggera della “video-sorella” GH5. A prima vista, le due fotocamere sembrano molto simili. Anche la Lumix G9 è realizzata in lega di magnesio, telaio anteriore e posteriore completamente pressofuso, tropicalizzata e a prova di congelamento fino a -10 gradi Celsius. […] la fotocamera ha una durata di scatto dell’otturatore di 200.000 scatti, come la GH5. Le differenze sostanziali sono nella parte superiore del corpo, dove G9 guadagna un LCD di stato che ha richiesto il riposizionamento dei controlli e delle ghiere in quella zona.

Sulla stabilizzazione:

[…] Panasonic ha migliorato in modo significativo il sistema di stabilizzazione dell’immagine doppio sulla G9, anche rispetto alla GH5. Il principio di funzionamento è lo stesso, combinando la stabilizzazione a 2 assi dell’obiettivo (se disponibile) con la stabilizzazione a 5 assi dal corpo della fotocamera, ma il sistema interno è stato notevolmente migliorato, rendendo ora possibile il guadagno di 6,5 stop con tempi di posa più lunghi senza micromosso. Il doppio sistema di stabilizzazione dell’immagine funziona sia per le foto che per la registrazione video.

Sull’autofocus:

[…] Panasonic G9 continua a utilizzare un sistema di Autofocus a contrasto a 225 punti, ma ora ha una velocità dichiarata di soli 0,04 secondi, rispetto agli 0,05 secondi di GH5. Dubitiamo molto sull’effettiva percezione del miglioramento, ma ciò significa che Panasonic può affermare che la G9 ha la messa a fuoco automatica più veloce al mondo. Il tutto, però, dipende anche da quale obiettivo viene utilizzato, perchè solo alcuni obiettivi supportano la tecnologia intelligente DFD (Depth from Defocus). Nonostante non sia un sistema di rilevamento di fase, la G9 aggancia il fuoco in tempi incredibilmente rapidi, AF preciso e silenzioso. Ci sono una vasta gamma di modalità AF: AF a più aree con fino a 225 aree di messa a fuoco, AF a 1 area con area di messa a fuoco selezionabile, Rilevamento visi/occhi, Tracciamento AF, Multipoint personalizzato e Pinpoint AF.

Sulla modalità alta risoluzione:

[…] La nuova modalità ad alta risoluzione di Panasonic G9 combina 8 scatti che vengono spostati di un pixel ogni volta e quindi uniti in un’unica immagine ad alta risoluzione, 40 o 80 megapixel, con i file Raw risultanti di ben 125 Mb. La fotocamera deve essere montata su un cavalletto o su un’altra superficie stabile e non funziona bene se c’è un soggetto in movimento nell’inquadratura, ma per il resto è una funzione eccezionale che soddisferà particolarmente i fotografi di paesaggi che cercano la risoluzione più alta possibile.

Vi lasciamo al link completo della recensione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: