Panasonic G9: Presentata la nuova top di gamma destinata ai fotografi

Oggi Panasonic ha presentato quella che tutti gli appassionati del marchio giapponese stavano aspettando: una macchina di fascia alta destinata prevalentemente agli appassionati di fotografia.

L’apprezzatissima serie GH, infatti, è risaputo che sia ottimizzata per i videomaker e che strizzi l’occhio esplicitamente a quella particolare fascia di mercato.

La serie G, invece, è stata sempre quella dedicata agli appassionati di fotografia pura, ma era da un po’ che mancava una vera top di gamma. Panasonic con questa G9 sembra intenzionata a colmare questo GAP e a competere direttamente con le illustre Olympus E-M1 MII, Fuji XT-2 e Sony Alpha 6500.

e in effetti le caratteristiche tecniche sembrano promettere bene:

Dimensioni.

Sensore.

un Digital Live MOS, Micro Quattro Terzi, da 20,33 megapixel. Assente il filtro antialiasing. Panasonic, sfruttando il sistema di stabilizzazione del sensore, ha implementato una modalità di scatto ad alta risoluzione (come quelle implementata da Olympus su M1 II e M5 II) che permetterà di catturare immagini alla massima risoluzione di 80MP (ricordiamo sempre che questa opzione è utilizzabile solo con cavalletto e soggetti immobili, essendo l’unione di scatti catturati in sequenza).

Stabilizzazione.

Interna al corpo, su 5 assi, promette il recupero fino a 6,5 stop.

Tempi di scatto, ISO, comparto Video.

L’otturatore meccanico ha come minimo tempo di scatto 1/8000 sec, quello elettronico 1/32000 sec. La gamma di sensibilità si estende dai 200 ai 25600 ISO. Nonostante sia destinata ai fotografi, anche il comparto video promette bene con la registrazione in 4K 60p/50p.

Altre caratteristiche di rilievo.

Presente un piccolo display superiore che mostra i principali dati di scatto. Molto interessante la possibilità di ricarica della batteria tramite micro-USB a macchina accesa (permettendo quindi l’utilizzo di un power-bank, ad esempio per lunghe esposizioni e time-lapse). HDMI out, WI-FI 2,4 e 5 Ghz, Bluetooth 4.2, jack per microfono esterno.

Corpo in lega di magnesio e tropicalizzato, è presente un doppio slot per le schede SD, di cui uno compatibile con le schede UHS II, display orientabile. Il pulsante di scatto sembra essere estremamente sensibile al tocco, ottimizzato per fotografi naturalistici.

Panasonic Lumix G9 uscirà nelle versioni G9 solo corpo e G9L in bundle con l’obiettivo 12-60mm LEICA F2.8 da gennaio 2018 a prezzi rispettivamente di 1.699 euro e 2.299 euro.

 

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: