Funzione “Focus Peaking” per facilitare la messa a fuoco manuale

L’utilizzo sempre più frequente di ottiche vintage mi ha fatto apprezzare sempre di più una funzionalità semplice quanto incredibile, presente praticamente in tutte le mirrorless di ultima generazione: il Focus Peaking.

Specifico per par-condicio che questa funzionalità è presente da un po’ di anni anche su reflex in live-view, ma la lentezza di quest’ultimo nelle reflex, a mio avviso, lo rende inutilizzabile nel 90% dei casi.

Cos’è il Focus Peaking?

In parole povere è una funzionalità che ti evidenzia le zone a fuoco. Senza voler ricercare tecnicismi estremi, per quello se volete c’è google, al variare della messa a fuoco, i contorni a fuoco si coloreranno con dei pixels di colore variabile in base al brand della vostra macchina fotografica (nella mia Olympus, di bianco).

Il grande vantaggio di questa funzionalità nelle mirrorless è il fatto che ci si ritrova l’aiuto anche nel mirino.

Questa funzionalità è molto usata anche nella fotografia macro, per piccoli accorgimenti manuali all’autofocus, dato che non sempre l’autofocus riesce a mettere a fuoco esattamente ciò che vogliamo.

Per me è diventato così importante, da assegnargli un tasto “Funzione” dedicato, per richiamarlo a mio piacimento.

Con un solo click, mettere a fuoco manualmente sarà un gioco da ragazzi. Provare per credere.